CONSULENTE AMBIENTALE

V EDIZIONE 2020

dal 7 Settembre al 21 Dicembre 2024

 

  • 110 ore di lezioni frontali
  • Lezioni il Sabato, orari 09.00/17.00
  • Previsto esame finale e stage in azienda

 

OBIETTIVI

Il corso si pone lo scopo di approfondire gli obblighi e gli adempimenti normativi che Enti pubblici e imprese devono affrontare per rispettare le disposizioni cogenti nei principali settori del diritto ambientale. In quest'ottica il corso si propone di formare la figura di "consulente ambientale" consapevole delle proprie responsabilità professionali ed etiche e che offre le proprie competenze nei seguenti ambiti: VINCA, VIA, VAS, AIA, gestione rifiuti, scarichi idrici, bonifiche di siti contaminati, emissioni in atmosfera, inquinamento acustico, inquinamento elettromagnetico, sistemi di gestione ambientale.


DESTINATARI

Il corso si rivolge a liberi professionisti e operatori ambientali, responsabili di Enti pubblici o imprese, che intendono sviluppare e aggiornare le proprie conoscenze in campo ambientale, a giovani diplomati e laureati in discipline tecnico-scientifiche e giuridico-economiche che desiderano inserirsi nel settore.


CHE COS'è IL CONSULENTE AMBIENTALE

Il consulente ambientale risponde alla richiesta crescente di imprese e pubbliche amministrazioni di una figura professionale capace di risolvere le principali problematiche tecniche, giuridiche e amministrative legate alla disciplina ambientale. Il suo ruolo garantisce al cliente il rispetto della normativa vigente, proponendo nuove strategie che mirano anche a un vantaggio economico per il committente. Grazie a una legislazione più attenta e a controlli più serrati, la figura del consulente ambientale, sta acquistando un valore sempre più rilevante. Il consulente può esercitare la libera professione oppure lavorare alle dipendenze di enti o aziende.

 

ACCESSO ALLA PROFESSIONE

In assenza del riconoscimento della professione di consulente ambientale e del relativo albo, le associazioni professionali di categoria, come stabilito dalla Legge 4/2013 “Disposizioni in materia di professioni non organizzate", rappresentano un punto di riferimento essenziale. A tale riguardo Ass.I.E.A (Associazione Italiana Esperti Ambientali), che patrocina il corso, RICONOSCIUTA DAL MISE NEL 2015 PER VALORIZZARE LA FIGURA DELL'ESPERTO AMBIENTALE, ha per obiettivo principale la valorizzazione e qualificazione professionale di coloro che si occupano (o che si volessero occupare) di ambiente in modo autorevole, consapevole e sostenibile. In particolare vuole diventare un punto di riferimento per tutti coloro che anelano ad una qualificazione e certificazione professionale in campo ambientale.

 

SBOCCHI PROFESSIONALI

Il consulente ambientale che opera nel settore privato propone i sistemi che permettono all’impresa di adeguarsi alla normativa vigente in materia ambientale (scarichi di acque reflue, smaltimento dei rifiuti, inquinamento dell'aria e dell'acqua, ecc.). Inoltre supporta il cliente in occasione delle verifiche dell'autorità pubblica e difende l'azienda nelle eventuali controversie. Il suo ruolo arriva fino all’applicazione di sistemi di gestione ambientale passando dalla pianificazione e le verifiche del processo di risanamento e dalla formazione del personale. Il professionista che offre attività di consulenza per le amministrazioni pubbliche applica la legislazione vigente per studiare i problemi ambientali più rilevanti del territorio. Le sue funzioni possono andare dalla progettazione alla verifica dei processi di recupero ambientale, dalle proposte di strategie che perseguono la prevenzione dell’inquinamento urbano ai progetti di educazione ambientale scolastica o alle iniziative di comunicazione e informazione.

 

MODALITà DIDATTICHE

Il corso si sviluppa in una parte teorica, essenziale per l'acquisizione dei contenuti tecnico-giuridici specifici della materia trattata, e una più pratica, inerente agli aspetti legati alla gestione operativa delle tematiche affrontate (domande per permessi, autorizzazioni, nullaosta, comunicazioni, concessioni, ecc.) nonché allo studio di numerosi casi pratici. Inoltre le sessioni Question Time, al termine di ciascuna lezione, consentiranno ai partecipanti di porre quesiti agli esperti del settore confrontandosi in maniera critica e attiva sulle problematiche più rilevanti della professione.

 

DOCENTI

Il corso è curato da docenti altamente qualificati e selezionati tra liberi professionisti operanti nel territorio nazionale, tecnici di aziende leader nel settore, funzionari e consulenti dell’ARPA e della Regione Sardegna. L'ULTIMO MODULO sarà tenuto da Stefano Maglia, Professore di Diritto Ambientale presso la facoltà di Scienze ambientali dell’Università di Parma, Presidente di Tutto Ambiente SpA, Presidente di Ass.IEA, autore di numerosi testi giuridici tra cui il “Codice dell’Ambiente”, che verrà consegnato a ciascun partecipante.

 

STAGE E PROJECT WORK

Ai corsisti interessati è data la possibilità di svolgere un periodo di stage presso enti o società, operanti nel settore, proposti dagli stessi partecipanti. Alla fine del percorso formativo è previsto un Project Work (5 ore) sulla tematica “autorizzazioni e controlli ambientali”.

 

MODALITà D'ISCRIZIONE

Per l’accesso al corso è necessario trasmettere il modulo di iscrizione (disponibile presso la segreteria o scaricabile dal sito http://www.isogea.com) all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il corso è a numero chiuso (max 30 partecipanti); per l’ammissione si terrà conto della data di iscrizione. La quota di partecipazione è di € 1.500 + IVA per ogni partecipante e comprende: l’accesso al corso, il materiale didattico, l’attestato di frequenza e il testo “Codice dell’Ambiente”. 


È prevista una riduzione del 10% per i neolaureati (laureati dal 01 GIUGNO 2021)!!!

 

 

 

BORSE DI STUDIO


SONO PREVISTE 3 BORSE DI STUDIO PARI AL 70% DELLA QUOTA DI ISCRIZIONE DESTINATE AI NEOLAUREATI. PER PARTECIPARE ALLA SELEZIONE È NECESSARIO INVIARE IL MODULO DI
ISCRIZIONE “BORSISTI”, IL CURRICULUM VITAE E UNA LETTERA MOTIVAZIONALE ALL’INDIRIZZO:


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
LA SCADENZA PER L’INVIO DELLE CANDIDATURE È FISSATA PER IL 29/07/2024

 

LA VALUTAZIONE COMPLESSIVA DELLE CANDIDATURE TERRÀ CONTO DEI SEGUENTI CRITERI:
> VOTO DI LAUREA (1 PUNTO PER OGNI PUNTEGGIO SUPERIORE A 95 E 3 PUNTI PER LA LODE)
> MOTIVAZIONE DEL CANDIDATO (A INSINDACABILE GIUDIZIO DELLA COMMISSIONE CON PUNTEGGIO DA 1 A 10).
A PARITÀ DI PUNTEGGIO, LA BORSA DI STUDIO SARÀ ASSEGNATA SECONDO IL CRITERIO DELLA MINORE ETÀ.